Polemiche sugli orari delle Ztl

Polemiche per gli orari ZTL nel periodo delle festività. Centro e Tridente saranno chiuse tutti i giorni a dicembre anche sabato e festivi, decisione dell’Amministrazione che ha suscitato diverse dichiarazioni contrarie.

Questa la risposta di Aacs:

“Stupisce e a tratti commuove come per il commercio romano il tempo si sia fermato.

Ad ogni Natale e ad ogni attivazione di Ztl stessi pensieri stesse parole persino le stesse virgole. Eppure alla riattivazione della ZTL dopo i mesi di sospensione causa pandemia (riattivazione che per il commercio romano sembrava essere quasi peggiore della circolazione del coronavirus) le strade si sono comunque riempite di avventori.

Si può sfidare chiunque a verificare come in centro storico nella maggior parte delle ore diurne e notturne non cada, come si dice in gergo, una spilla e come i tavolini di bar e ristoranti ampiamente aumentati sulla base delle limitazioni da pandemia siano sempre e costantemente affollati di persone.

Vediamo file davanti alla maggior parte delle attività soprattutto di ristorazione, vediamo strade occupate dai parcheggi in ogni angolo possibile immaginabile, vediamo percorsi pedonali occupati dalle auto. Percorsi dove spesso le limitazioni rappresentate dai paletti non hanno più senso, perché sono stati o divelti o trafugati.

Nessuna preoccupazione invece dal commercio romano nei confronti delle attività più becere e dequalificanti, nessuna attenzione per la tutela del commercio realmente storico. Nessuna preoccupazione per gli affitti spropositati che mettono in difficoltà molte attività. Nessuno stupore nei confronti di strade occupate e assediate da auto e tavolini senza limitazioni.

Allora ci chiediamo perché invece il commercio romano non contribuisce fattivamente allo sviluppo di una mobilità alternativa? Il centro storico ha bisogno di navette elettriche che colleghino i parcheggi con strade e vicoli di questo prezioso tessuto patrimonio del mondo. Proviamo a pensarci tutti un po’ su”.

Leggi altre notizie

Fiori dall’asfalto

Prima le modifiche, poi la presentazione in Giunta. Nuovo passo avanti per la realizzazione del giardino sopra al parcheggio di via Giulia, da anni in attesa di diventare realtà.

Santi e dissestati

Manutenzione. Sembra essere la nuova parola d’ordine della città: per linee tramviarie, metro, ponti, viabilità, edifici. Tutto, tranne le strade e stradine del Centro dove i sanpietrini proseguono lentamente nel loro processo di dissesto.

Una goccia nel mangia&bevi

Via dei Barbieri, Rione Sant'Eustachio. Una piccola strada che da via Monte della Farina e dal dedalo interno del rione sfocia su largo Argentina e sull’Area Sacra. Una stradina silenziosa dove si trova l’ingresso degli artisti al Teatro Argentina e che purtroppo non è stata graziata dalla presenza dei tavolini.

Il cuore che accoglie

Chissà quante volte passando per piazza Sant’Eustachio, molti si saranno chiesti “e tutte queste persone in fila? E i tavoli dentro la chiesa?”